Grazie al nuovo impianto di cogenerazione realizzato da Ime, l’energia rinnovabile diventa protagonista della piscina comunale di Civitanova.

Con l’impianto di cogenerazione la piscina diventa sempre più...green!

Dopo l’impianto fotovoltaico, l’installazione dei pannelli solari e della caldaia a condensazione, l’impianto di cogenerazione è l’ultima tappa nel processo di trasformazione della piscina comunale di Civitanova Marche in un impianto sportivo 100% green

Il progetto, nato grazie alla collaborazione tra gli assessorati alle Energie alternative e ai Lavori Pubblici del comune e la società cooperativa sportiva dilettantistica “Il Grillo” (che gestisce la struttura) è iniziato nell’aprile del 2015 e la gara di appalto è stata vinta da IME di Ercoli Loris.

Come ha spiegato anche l’assessore Piergiorgio Balboni, “il progetto ereditato era sovradimensionato rispetto alle reali esigenze dell’impianto sportivo. Per questo lo abbiamo calibrato a 50kWe e modificato. Invece di usare una microturbina abbiamo utilizzato un tradizionale motore a metano, a combustione interna. Così si è ottenuto un notevole risparmio e ora la piscina è dotata di un sistema di energie alternative veramente equilibrato”.

Come funziona l’impianto di cogenerazione?

Per cogenerazione si intende una tipologia di impianto che è in grado di produrre contemporaneamente energia termica ed elettrica. Questo meccanismo consente di utilizzare il calore che si disperde durante la combustione e riutilizzarlo in maniera produttiva come base per la creazione di energia termo-elettrica pronta all’uso.

Ciò significa che se negli impianti tradizionali l’energia effettivamente usata è circa il 35% di quella prodotta, in un impianto di cogenerazione le prestazioni dell’impianto sono pari all’80-90% della sua massima efficienza energetica, in quanto il 60% dell’energia che normalmente va sprecata viene riutilizzata in maniera produttiva.

L’impianto realizzato da Ime per la piscina comunale segue proprio questo principio. I risparmi che si ricaveranno potranno quindi essere reinvestiti in opere pubbliche a vantaggio della cittadinanza.

Comment